Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca qui.
OK

La tecnologia auto riparante di ADLER: „una cosa simile succede solo ogni 10 anni“

La fiera Frontale di Norimberga è stata il trampolino di lancio per la rivoluzionaria tecnologia del produttore austriaco di vernici ADLER: „SH-Technology“ è il nome di questa importante innovazione nata all'interno dei laboratori di ricerca e sviluppo di ADLER. I danni superficiali causati da forti sollecitazioni meccaniche della superficie vengono evitati. Ecco perché parliamo di "auto riparante": le lesioni (come ad esempio quelle causate dalla grandine) vengono sigillate e non si avranno quindi sfogliamenti, bolle oppure uscita di acido tannico.

In questa intervista, il Dr. Albert Rössler, direttore del reparto Ricerca e Sviluppo di ADLER, ci spiega come funziona questa tecnologia.


19.04.2016

Dr. Rössler, come siete riusciti a sviluppare la nuova SH-Technology?

La tecnologia che permette il meccanismo di auto riparazione si basa su delle microcapsule "tutto fare". Esse si aprono nel momento del bisogno, rilasciando la sostanza speciale contenuta al loro interno. Erano anni che concentravamo i nostri sforzi su questo tipo di ricerca. All'inizio si trattava di un progetto promosso a livello statale in collaborazione con l'istituto Frauenhofer IFAM di Brema. Il risultato di tale importante collaborazione è stato brevettato e registrato. 

Tuttavia, le capsule sono una cosa, ma inserirle in una vernice è un discorso diverso! Le micro capsule devono essere in grado di resistere alle sollecitazioni del ciclo di verniciatura, devono restare stabili negli anni all'interno del film verniciante, funzionare su diverse essenze legnose e soprattutto resistere intatte all'esposizione alle intemperie. Abbiamo eseguito dei test pratici su migliaia di campionature fino ad arrivare al risultato odierno. 

 

Vi sono state delle battute di arresto?

Certamente! Nel caso di ricerche così importanti e sostanziose, eventuali rallentamenti o battute di arresto sono già previste ancora prima di iniziare e quindi da prendere in considerazione. Proprio per questo motivo è molto difficile che una ditta si prenda carico in maniera solitaria di una tale ricerca. ADLER è però un'azienda di famiglia e può permettersi di prendere determinate decisioni in maniera individuale. La direzione ha creduto profondamente in questo progetto ed il nostro team di lavoro raccoglie molti collaboratori che hanno messo impegno e passione in questo obiettivo. Questa squadra si è formata ed ingrandita negli anni diventando sempre più flessibile ed adattabile in base alle necessità del momento, unendo tra loro le competenze più interdisciplinari. Da questa materia sono nati anche progetti di studio e collaborazioni universitarie. Alla fine, lo sforzo è stato ampiamente ripagato.

 

Come funziona quindi la Tecnologia SH nel dettaglio?

Si tratta di micro capsule contenute all'interno della vernice. Si può immaginarle come dei piccoli palloncini riempiti di acqua. Quando la superficie viene sottoposta a lesioni, come quelle causate ad esempio da una grandinata, le capsule si aprono. Il loro contenuto, che è per la maggior parte costituito da sostanze rinnovabili, fuoriesce e sigilla le lesioni. In questo modo si evita la formazione di danni successivi come ad esempio la fuoriuscita di acido tannico, sfogliamenti oppure la formazione di bolle.

Si potrebbe immaginare questo processo come una piccola ferita che si cicatrizza senza bruciare. 

 

Interessante, però il concetto di  „superficie auto riparante“ si è già sentito in passato. Cosa distingue la SH-Technology di ADLER dal resto?

Fino ad ora esisteva un concetto simile ma era limitato alla protezione contro la corrosione e per i materiali plastici. ADLER ha portato l'auto riparazione sul legno e nella pratica reale. La nostra tematica principale è rappresentata dal legno ed ora siamo riusciti a rendere le finestre in legno più durevoli e resistenti rendendole maggiormente competitive rispetto ai materiali plastici. Ne andiamo molto fieri.

 

Durevole e resistente – non comporterà una diminuzione nella vendita di vernice? 

Il rispetto per l'ambiente è un tema molto importante anche per ADLER! 

 

Quindi, esiste già un prodotto che contenga la SH-Technology nel concreto?

Si, il passo da ricerca a effettivo posizionamento sul mercato è un qualcosa di molto interessante. Per prima cosa, è importante capire che siamo davanti ad una vera innovazione. Abbiamo già introdotto sul mercato una vernice pigmentata laccata procedendo con una strategia mirata e ben consapevole.  

 

Il tutto resterà limitato ad un prodotto oppure il futuro avrà una strada diversa? 

No, quando si parla di SH-Technology si parla di una tecnologia di base. Un tale risultato si può ottenere forse una volta ogni 10 anni e sicuramente sarà oggetto di studio e sviluppo per il futuro. I prossimi passi prevedono l'introduzione della tecnologia anche nei cicli incolori oltre allo sviluppo di una tecnologia corrispondente anche per le facciate in legno. 

Questi prodotti vengono creati all'interno della fabbrica originaria seguendo le tecniche produttive più moderne. Le innovazioni in termini di processi e prodotti vengono passate di mano in mano da generazioni mantenendo intatto lo status di ADLER quale leader nell'innovazione. 

 

Herr Dr. Rössler, la ringraziamo per la Sua disponibilità.

 

Al video: SH-Technology - la prima vernice per finestra auto riparante. 

Autore/Autrice
Claudia M. Berghofer
Tel.: +43 5242 6922-231
Scrivi e-mail
Mag. Stefanie Tobon Nova
Tel.: +43 5242 6922-232
Scrivi e-mail

Zum ADLER Online-Shop: