Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca qui.
OK

La Pousada spagnola: il sacro e il profano

La Pousada spagnola: il sacro e il profano

Un monastero come un massiccio montagnoso scolpito nella pietra locale. È questa la prima impressione che evoca il monastero circestense di Santa María al suo ammiratore. È situato ad Armenteira (comune di Meis) un piccolo paese in Galizia, Spagna. La chiesa, finita nel 13° secolo, è un'attrazione per i visitatori. Per la gente del posto un elemento fisso del paesaggio. Per questo motivo l'edificio è diventato punto di riferimento e in qualche modo ispirazione per il villaggio turistico che è sorto nella diretta vicinanza. La "Pousada de Armenteira" offrei ai suoi clienti la bellezza e la tranquillità di un monastero in combinazione con le comodità e i giardini di un castello. Il tutto pienamente accessibile alle persone con handicap. L'appalto è partito dall'amministrazione regionale di Pontevedra, il progetto viene dall'architetto gallego Mauro Lomba Martínez. 

IL MONACO COME ESEMPIO

Si alza la nebbia sopra le colline ai margini del bosco. Ci ritroviamo in mezzo al paesaggio rurale di Armenteira, dove è sorto questo alloggio che non ha niente a che vedere con il nostro concetto di turismo. Il vicinato: piccole case e fattorie. Il territorio è, grazie alla vicinanza con il monastero, patrimonio culturale da rispettare nella pianificazione e costruzione. Per questo l'architetto Martínez ha pensato di sviluppare l'edificio su terrazze, in modo da adattarlo al meglio al paesaggio collinare. I piani si integrano parzialmente alla collina con la vegetazione che si espande sui tetti. I portici in legno e pietra ricordano la cantina del monastero e conducono sotto terra. Queste parti interrate dell'edificio sono provviste di un complicato sistema di ventilazione che porta l'aria fresca del bosco al loro interno. La luce entra attraverso delle piramidi in legno le quali punte contengono la ventilazione dei camini che sorgono all'interno delle piramidi stesse. Trasportano il fumo dei focolari aperti verso l'esterno. Il concetto è sempre basato sulle stufe dei monaci di Santa María. 

BELLEZZA INTENSA

Anche la facciata in pietra corrisponde a quella del monastero e trasmette l'antico stile sacro nei tempi moderni. Il loro essere e la loro struttura riprende le forme dei boschi intorno. Questa corrispondenza è riportata anche negli elementi in legno scuro che posano sui ripiani in calcestruzzo. Il colore e la struttura viva sono ottenuti tramite la verniciatura con Lignovit Platin nella tonalità Onyxschwarz. "Ho deciso di verniciare tutti gli elementi in legno all'esterno con la finitura mordenzata di ADLER. Il marchio è un esempio di qualità anche qui in Spagna. La ragione principale però è che Lignovit rispetta le caratteristiche naturali del legno, la sua struttura e tessitura. Non solo protegge il legno ma ne intensifica la bellezza", dice Mauro Lomba Martínez. Il legno utilizzato proviene dai boschi intorno. Tutto il territorio è accessibile alle persone con handicp. Le terrazze e i giardini sono come il cortile del monastero: chiusi verso l'esterno e molto estesi all'interno, con tanto verde - delle vere oasi per il riposo e la tranquillità. 

Dati del progetto
Immobile
Pousada de Armenteira, Meis, Spagna
Progettista
Mauro Lomba Martínez

Zum ADLER Online-Shop: