Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca qui.
OK

Sviluppo di vernici 2.0: ADLER va a tutto gas con il nuovo laboratorio automatizzato, protezione dell'ambiente inclusa

Ricorda molto il modellismo ferroviario: piccoli vagoni che trasportano un barattolo di stazione in stazione. Tutto sembra muoversi misteriosamente. Questa almeno è l'impressione dell'osservatore guardando il nuovissimo impianto di automazione dei laboratori ADLER-Werk Lackfabrik. Nell'ambito dell'ampliamento dei laboratori si è deciso di acquistare questo robot che è la base per una nuova era nello sviluppo delle vernici. Ma di preciso, cosa fa questo macchinario?


14.02.2013

MENO SPRECO DI MATERIALE, MENO RIFIUTI, GRANDI POSSIBILITÀ

Questa innovazione offre delle grandi possibilità in termini di riproduzione e documentazione di campionature. Anche l'igiene di lavoro è migliore dato al processo automatizzato di ogni singolo passo. In questo modo diminuisce il contatto diretto dei collaboratori con i prodotti chimici. "Un enorme vantaggio rispetto al metodo attuale è la maggior eco compatibilità. Stiamo utilizzando meno vernice e così produciamo meno rifiuti. Fino ad oggi ci voleva per ogni tonalità un chilo di vernice tinta. Il robot ne utilizza solo 100 grammi - quindi un decimo", spiega il Dr. Albert Rössler, responsabile reparto ricerca & sviluppo da ADLER.

ALTA VELOCITÀ GRAZIE AI "TRENINI A LEVITAZIONE MAGNETICA"

Tutto questo a velocità da record. Si possono tingere la cifra incredibile di 200 tonalità al giorno - tutto automatico. Il fantastico insieme di stazione tintometrica integrata, dosaggio automatico delle paste e il dispositivo per l'applicazione che applica la vernice sui campioncini in cartone rende tutto questo possibile. Il vero segreto è nascosto nel nastro trasportatore: è un complesso gioco di incastri  tra il robot e un nuovo sistema di trasporto su binari. Questi binari sono il cuore innovativo dell'impianto, una specie di treno a levitazione magnetica, dove ogni singolo "vagone", in questo caso il barattolo, si muove indipendentemente.

"Grazie a questo impianto possiamo garantire ai nostri clienti una più estesa gamma di tonalità già a partire dall'introduzione del prodotto. Si tratta di un vero e proprio salto di qualità per la nostra Coloristica", spiega contento il Dr. Rössler.

UNA SOLIDA BASE PER L'INNOVAZIONE

Grazie all'acquisto di questo impianto di automazione si è fatto un enorme passo avanti verso una continua elaborazione di  formulazioni  e nello svolgimento di controlli qualitativi - tutto automaticamente. L'impianto può ancora essere ampliato e creando nuovi spazi nei laboratori ADLER si è già creato una base ideale sulla quale lavorare. Nuovo è anche il laboratorio di sintesi: si tratta di una stanza nella quale si è creato un'ambiente particolare, ideale per la Colorimetria.

Con questo impianto ADLER fa un grande passo verso il futuro nello sviluppo di vernici investendo oggi nelle soluzioni di domani.

 

„The Innovator of R&D Automation“ www.chemspeed.com

Autore/Autrice
Claudia M. Berghofer
Tel.: +43 5242 6922-231
Scrivi e-mail
Mag. Stefanie Tobon Nova
Tel.: +43 5242 6922-232
Scrivi e-mail

Zum ADLER Online-Shop: