La nostra colorata storia di successo

  1. 2016-2018

    La fabbrica di vernici all'acqua più moderna d'Europa

    Costruzione di una nuova fabbrica di vernici all'acqua e di un innovativo centro logistico

     

  2. 2016

    Via al progetto ADLER 2020

    Nel 2016 si è svolta la cerimonia inaugurale del progetto ADLER 2020 - è stata raggiunta un'altra pietra miliare nella storia dello stabilimento ADLER.

     

  3. 2011

    Ampliamento dell'edificio amministrativo

    Al fine di creare spazio per il reparto acquisti, nel 2011 l'edificio amministrativo è stato ampliato e il suo aspetto è stato modernizzato.

     

  4. 2009

    Giubileo 75 anni

    Nel 2009, il 75° anniversario di ADLER è stato celebrato con un festoso evento ed una giornata a porte aperte, in questa occasione viene creato il motto "Il colore scorre nelle nostre vene". Nel frattempo, il fatturato di ADLER ha raggiunto gli 80 milioni di euro - la quota delle vernici all'acqua rappresenta ora il 60% del totale.

  5. 2002 – 2018

    Fondazione di altre società di vendita internazionale

    Nel 2002 è stata fondata la filiale polacca ADLER Polska, nel 2006 sono stati aperti due nuovi centri di assistenza ADLER Deutschland a Landshut e Dornstadt vicino a Ulm, seguiti nel 2009 da ADLER Slovensko, ADLER Cesko e ADLER Italia. Nel 2018 ADLER Benelux è diventata la settima filiale  di vendita a complemento della mappa europea di ADLER.

  6. 2002

    Ampliamento dei laboratori e del reparto di tecnica applicativa

    Nel 2002 non solo l'edificio per la ricerca e lo sviluppo è stato generosamente ampliato, ma anche la tecnologia applicativa al piano terra, che è stata dotata di macchine per l'applicazione a spruzzo completamente automatiche, sistemi di essiccazione UV e a radiazione, macchine di applicazione della vernice all'avanguardia e ampie sale di collaudo e di spruzzatura.

  7. 1999

    Andrea Berghofer entra a far parte del consiglio di amministrazione

    Mentre nel 1999 Günther Berghofer ha nominato sua figlia Andrea amministratore delegato,  l'altra figlia Claudia prende la direzione della comunicazione aziendale. Nel 2007 Günther Berghofer entra a far parte del Consiglio di sorveglianza, facendo di Andrea Berghofer l'unico amministratore delegato dello stabilimento ADLER.

  8. 1995

    Inaugurazione del Centro per la tutela e il riciclaggio dell'ambiente

    Nel 1995 è stato messo in atto un investimento di  100 milioni di Euro:  un centro di tutela ambientale e riciclaggio con trattamento delle acque reflue notevolmente all'avanguardia per quei tempi - le vernici idrosolubili  iniziavano a prendere piede -, impianti di lavaggio per contenitori e contenitori riutilizzabili, un reparto di separazione e riciclaggio dei rifiuti e un postcombustione catalitica dei vapori di solventi.

     

  9. 1995

    Espansione delle esportazioni

    Dopo la costituzione del primo punto assistenza ADLER a Vienna, nel 1991 e 1992 si inaugurano quelli di Linz, St. Pölten, Kalsdorf vicino a Graz e nel 1997 di Klagenfurt. In Svizzera, già paese importatore da anni, viene fondata la filiale ADLER-Lack AG Chur. Nel 1995 inizia attivamente a prendere forza anche l'esportazione in Italia, Germania, Repubblica ceca e Slovacchia.

  10. 1992

    Addio a Hermine Berghofer

    Nel 1992, all'età di 82 anni, muore Hermine Berghofer, stimato partner senior di tutti i dipendnti e la "madre di ADLER-Werk".

  11. 1991

    Ampliamento dell'ufficio gestione ordini

    Nel 1991, direttamente sopra le rampe di spedizione viene allestito un nuovo ufficio ordini per la ricezione quotidiana di 300-400 richieste. A questo si affiancano altre aree minori a scopi formativi.

  12. 1987

    Costruzione di un magazzino a scaffalature alte

    Nel 1983, con 170 dipendenti, si raggiunge una capacità produttiva di 6.200 tonnellate e un fatturato di 260 milioni di scellini. Nel frattempo l'organizzazione di vendita è stata estesa a tutte le province austriache e gli investimenti nello stabilimento ADLER non si sono fermati. Nel 1987 nasce il primo magazzino a scaffalature alte in Tirolo: prima con 6.000 posti pallet e parzialmente automatizzato, nel 1999 ampliato a 10.000 posti pallet e completamente automatizzato.

     

  13. 1984

    Inaugurazione del nuovo stabilimento

    L'8 giugno 1984, in occasione del 50° anniversario di ADLER, si inaugura lo stabilimento. La pianificazione del flusso produttivo segue una legge non scritta: la produzione si muove da nord a sud - dal magazzino delle materie prime attraverso l'impianto di preparazione, la macinazione e il completamento, il riempimento dei fusti ed il magazzinaggio dei prodotti finiti per terminare con la consegna. La ricerca e lo sviluppo, l'amministrazione, nonché gli edifici di portineria e gli edifici ausiliari sono stati posizionati al di fuori di questo asse.

     

    .

  14. 1981 – 1983

     Il trasferimento di tutte le attività dal vecchio al nuovo stabilimento è completato

    Nonostante queste condizioni generali sfavorevoli, un processo produttivo pianificato in modo ottimale e la buona situazione degli ordini hanno reso possibile un forte aumento delle vendite. Così, la fase di costruzione III con la ricerca, lo sviluppo e la tecnologia applicativa e l'amministrazione ha potuto essere anticipata. I lavori di costruzione sono iniziati nella primavera del 1981 e sono stati completati nei tempi previsti entro la fine del 1983. Il trasferimento dello stabilimento ADLER da Münchner Strasse 17 a Bergwerkstrasse 22 è stato completato. 

  15. 1978

    Partenza delle prime spedizioni dalla nuova sede di Bergwerkstraße e cerimonia di inaugurazione

    Dal 9 gennaio 1978 è iniziata la nuova produzione e un giorno dopo è partita la prima consegna direttamente da Bergwerkstraße 22. Il 24 maggio 1978 la cerimonia di inaugurazione si svolse alla presenza del governatore Eduard Wallnöfer e dell'allora presidente della Federazione dell'industria, Daniel Swarovski. Ora lo stoccaggio e la produzione delle materie prime si trovavano nella Bergwerkstraße, ma la ricerca e lo sviluppo e l'amministrazione erano ancora nella Münchner Straße.

  16. 1977

    ADLER è la prima fabbrica a presentare un sistema di miscelazione delle vernici automatizzato

    È stato inoltre sviluppato un ampio programma fai-da-te per il commercio di vernici. Nel 1977, ADLER è stata la prima fabbrica di vernici austriaca a presentare un sistema di miscelazione delle vernici che, a seconda del sistema di verniciatura, ha permesso di miscelare 1.200 colori con 6-8 colori di base e 16 paste coloranti universali.

  17. 1976 – 1977

    Continua l'ampliamento della nuova sede ed il trasferimento di macchinari ed impianti

    Nel 1976 - prima di quanto inizialmente previsto - è stata avviata la  seconda fase di costruzione del nuovo stabilimento produttivo. Alla fine del 1977 erano stati completati 7000 m2 di capannoni industriali e l'intera attrezzatura tecnica con macchine, agitatori e piattaforme. Dalla metà di dicembre 1977 è iniziato il trasferimento di macchine, impianti, materie prime e ausiliarie da Münchner Straße a Bergwerkstraße. Di conseguenza, dal gennaio 1978, l'impianto di preparazione con deposito di materie prime e leganti, l'area di macinazione e completamento, la piattaforma di produzione per preparazioni di oltre 1.000 kg, il riempimento e lo stoccaggio dei prodotti finiti, nonché tutti i locali accessori come la mensa, i locali sociali e gli spogliatoi erano a disposizione dei dipendenti.

  18. 1975

    ADLER pone maggiore importanza nello sviluppo del settore dei protettivi per legno

    Lo sviluppo del settore delle pitture e vernici non si è arrestato. Negli anni '70 sono state immesse sul mercato le vernici induritrici ad acido monocomponente e bicomponente. ADLER SH Rapid e ADLER Superplast erano prodotti di successo dell'epoca. Allo stesso tempo, in ADLER la conservazione del legno è diventata sempre più importante. Con il marchio Woodex, concesso in licenza dalla Danimarca, l'azienda è riuscita a conquistare una posizione importante in questo settore e nel 1975 è stato introdotto il proprio marchio di protezione del legno Pullex.

  19. 1974

    Inaugurazione della nuova sede

    Nel 1974 la cerimonia inaugurale si è svolta nella nuova sede dello stabilimento per la fase di costruzione I, il parco serbatoi di materie prime e solventi, il centro di energia, la portineria e l'officina.

  20. 1970 – 1973

    Inizio della costruzione di una nuova fabbrica di vernici nel distretto industriale di Schwaz

    L'espansione ebbe un tale successo che Günther Berghofer decise di realizzare la sua visione di una moderna fabbrica di vernici su un campo verde. Una delle sue principali preoccupazioni era quella di considerare una sequenza operativa ottimale dal punto di vista funzionale nella progettazione dell'impianto. Nel 1973 è stato completato il progetto per un nuovo impianto nella Schwazer Bergwerkstraße, che doveva essere costruito in tre fasi. 

  21. 1969

    Ulteriori ampliamenti della sede e costruzione di un capannone e di un nuovo edificio per la R&S

    Insieme ai suoi collaboratori, Günther Berghofer ha ampliato ulteriormente l'azienda per soddisfare le esigenze del mercato. Alla fine degli anni '60 è stato costruito un capannone di produzione con una superficie di 1.000 m2 e all'inizio degli anni '70 un nuovo edificio per la ricerca e lo sviluppo con moderne tecnologie applicative.

  22. 1964

    Dopo la morte di Johann Berghofer a 54 anni, suo figlio, l'Ing. Günther Berghofer assume, insieme alla madre Hermine Berghofer, la direzione dell'azienda

    Nel maggio 1964, il fondatore dell'azienda Johann Berghofer morì all'età di 54 anni delle conseguenze di un attacco di cuore. Suo figlio Günther Berghofer, che aveva appena concluso la sua formazione nel campo delle pitture e vernici, nonché anni di esperienza pratica in fabbriche di vernici straniere, rilevò l'azienda all'età di 26 anni con il sostegno della madre Hermine. In questo periodo, 35 dipendenti hanno prodotto 300.000 kg di pitture e vernici all'anno, con un fatturato di 9 milioni di Scellini.

  23. 1959

    Scellino dopo scellino per creare nuovi investimenti

    Era un momento difficile per Johann Berghofer e sua moglie Hermine - che aveva rilevato la contabilità fin dall'inizio - per costituire l'azienda, poiché dovevano accumulare scellino su scellino per poter creare il capitale necessario proprio per i nuovi investimenti. Già nel 1959, ad esempio, la tecnologia applicativa è stata messa a punto con macchine per l'applicazione meccanica della vernice e un moderno stand di spruzzatura.

  24. 1955

    Viene registrato il marchio ADLER

    Nel 1955 Johann Berghofer registra per l'azienda la parola e il marchio figurativo ADLER. I primi prodotti di successo furono la lucidatura per mobili ADLER Spiegel, ADLER Bodenbeize e Bodenwachs, che furono apprezzati dalle casalinghe. Successivamente sono stati sviluppati ADLER Tempo-Beize e Tempo-Glaze, che hanno sostituito la cera per pavimenti. Ma anche le vernici alla nitro come ADLER Holzgrund, ADLER Schnellschliffgrund e ADLER Super-Glanz sono state ben accolte dal commercio di falegnameria dell'Austria occidentale.

  25. 1947

    Johann Berghofer costruisce il primo fabbricato di produzione alla periferia di Schwaz

    Dopo essere sopravvissuto ai disordini della guerra, Johann Berghofer riuscì a costruire nel 1947 il suo primo edificio residenziale e manifatturiero alla periferia di Schwaz, che fu costantemente ampliato negli anni Cinquanta. Inizialmente la produzione era compresa tra i 4.000 e i 5.000 chilogrammi al mese.

  26. 1934

    Johann Berghofer pone la prima pietra per l'impresa attuale con l'apertura di un negozio di vernici nel centro storico di Schwaz

    Era il 1934 quando Johann Berghofer decise di rilevare un negozio di vernici a Schwaz. Già allora aveva in mente, oltre ad un negozio di pitture, vernici e accessori per pittori, di fabbricare alcuni prodotti nel campo dell'arredamento e della cura dei pavimenti, così come opacizzanti e lucidanti per la falegnameria. In un libro di testo aveva letto come e con quali materie prime sono stati prodotti questi prodotti per la cura e la verniciatura. Il negozio di vernici Johann Berghofer ha avuto un buon inizio, la base clienti è cresciuta e anche i suoi primi passi nel campo della produzione interna si sono sviluppati positivamente.

© by adler-lacke.com