ADLER investe 7,5 milioni di euro!

ADLER-Werk Lackfabrik di Schwaz, leader austriaco nella produzione di vernici, pitture e preservanti per il legno, non lascerà che la crisi economica tolga il vento alle proprie vele, l'azienda a conduzione familiare investirà infatti nel 2021 7,5 milioni di euro: oltre all'attenzione per la digitalizzazione, si investirà in misure di protezione del clima e di risparmio energetico, in un nuovo impianto di riempimento per disinfettanti, nella tecnologia del futuro e nell'ampliamento dei punti di appoggio ADLER.
17 nov 2020

Tradizione di famiglia

"Soprattutto in tempi difficili è importante non rimanere in uno stato di shock, ma agire e plasmare attivamente il futuro", sottolinea l'amministratore delegato di ADLER Andrea Berghofer. Questa coraggiosa strategia è confermata da uno sguardo alla sua movimentata storia familiare e quindi anche alla storia dell'azienda. Sempre durante la seconda guerra mondiale, la nonna Hermine Berghofer comprò un'auto per il fiorente commercio di vernici. Poco dopo il ritorno a casa dal fronte, il fondatore dell'azienda Johann Berghofer stava già progettando un nuovo edificio di produzione nella periferia di Schwaz, e mentre altri hanno rinviato gli investimenti a fronte della crisi petrolifera, il figlio Günther Berghofer ha deciso di costruire la fabbrica di vernici più moderna d'Europa su un terreno vergine alla periferia di Schwaz. Fedele al motto: "Mai lasciare che una crisi vada sprecata!"

Fare impresa, non rassegnarsi

Fedele a questo principio, l'azienda tradizionale ha reagito rapidamente anche alla situazione causata dal Coronavirus e ha dato un importante contributo alla lotta contro la pandemia con la produzione in tempi brevi di disinfettanti. Per questa nuova linea di produzione, l'azienda costruirà ora il proprio impianto di riempimento nel prossimo anno. In generale, la fabbrica di vernici tirolese sta lavorando a prodotti innovativi che soddisfano i più recenti criteri e sono realizzati su attrezzature all'avanguardia e rispettose dell'ambiente, sempre in linea con il suo campo d'azione strategico, la sostenibilità. ADLER continua quindi ad investire nella protezione del clima e nelle misure di risparmio energetico, miglioramenti nel settore del riscaldamento e della ventilazione sono previsti per il 2021. Vengono inoltre erogati fondi per tecnologie promettenti come un robot impilatore e un robot di verniciatura. 2,5 milioni di euro confluiranno nella sola area della digitalizzazione. Infine, ma non per questo meno importante, si investirà anche nell'ampliamento dei punti d'appoggio ADLER in Austria, Germania e Svizzera, dai quali ADLER rifornisce l'industria del mobile e delle finestre, nonché i falegnami con rivestimenti in legno di alta qualità. "Ci concentriamo sul FARE: ORA è il momento giusto per posizionare ADLER strategicamente, strutturalmente e in termini di personale per le sfide attuali e future", afferma con convinzione Andrea Berghofer.

ADLER - Nelle nostre vene scorre colore

Con 620 dipendenti, ADLER è il principale produttore austriaco di vernici, pitture e protettivi per il legno. Fondata nel 1934 da Johann Berghofer, l'azienda a conduzione familiare è oggi gestita nella terza generazione da Andrea Berghofer. 18.000 tonnellate di vernice escono ogni anno dallo stabilimento di Schwaz e vengono consegnate a clienti in oltre 25 paesi in tutto il mondo. ADLER ha sedi in Germania, Italia, Polonia, Paesi Bassi, Svizzera, Repubblica Ceca e Slovacchia; l'unico sito di produzione è ADLER-Werk Lackfabrik a Schwaz / Tirolo (A). ADLER è la prima azienda del settore ad avere un bilancio neutro di CO2 al 100% dal 2018.

 

 

 

© by adler-lacke.com