© Sergio Camplone
Serramenti

Un nido sulla Maiella: il Balzolo

Il Balzolo è un edificio che visto da lontano sembra un vero e proprio nido abbarbicato alla roccia più alta del paese di Pennapiedimonte, in Abruzzo. Affacciato su uno spettacolare vallone, da cui partono vari sentieri che attraversano il parco Nazionale della Maiella, a valle si apre al paesaggio collinare che degrada fino al mare Adriatico. Una location unica da cui si gode di una vista mozzafiato.

© Sergio Camplone
© Sergio Camplone
© Sergio Camplone
© Sergio Camplone

MATERIAprima_architetti, lo studio di Chieti che ha seguito l’intero progetto, nella ristrutturazione di questa struttura che ospita un bed & breakfast ha voluto mantenere un fil rouge nel progettare e realizzare questo edificio storico: la natura rude della roccia, che rappresenta l’elemento caratterizzante del Balzolo. Ed è così che il progetto, attraverso un intervento strutturale discreto e minimale, ha voluto valorizzarla senza entrarne in contrasto. Pavimenti, scale e cornici in legno di porte e finestre sono opera di De Ninis Serramenti, con sede a Vacri in provincia di Chieti, che proprio quest’anno festeggia i 40 anni da quando, nel 1981, Riccardo De Ninis fondò l’azienda. 

La roccia incontra il legno

“La particolarità che ha accompagnato l’intero progetto è stata proprio la capacità di trattare un edificio in pietra con un linguaggio attuale senza cadere nel vernacolare”, affermano gli architetti Stefania Giardianelli e Lucia Secondo di MATERIAprima_architetti. La roccia è fortemente presente in tutti gli ambienti, i quali sono stati resi accoglienti proprio nel rapporto con i colori caldi del legno, e viene ulteriormente illuminata dal candore della calce. Pavimenti, scale in rovere e cornici bianco calce, come anche gli arredi negli stessi toni, sono elementi in legno che non sovrastano la bellezza naturale della pietra nuda, ma anzi la risaltano, donando anche agli ambienti una sensazione di calore, fattore molto importante per rendere particolarmente accogliente la struttura ricettiva. All’esterno si è giocato con l’asimmetria delle cornici delle finestre dando movimento alla facciata ed evidenziando la cromia della pietra in rapporto al bianco delle cornici e al legno di finestre e persiane. La scelta del materiale naturale, il legno di rovere, è stata fondamentale nel valorizzare la pietra protagonista.

Soluzioni tailor-made

L’azienda De Ninis Serramenti si affida da 30 anni alla qualità dei prodotti ADLER per offrire ai propri clienti soluzioni tailor-made, in altre parole personalizzate e cucite su misura per soddisfare ogni tipo di esigenza. I fratelli Marco e Davide De Ninis, che rappresentano oggi la seconda generazione alla guida dell’azienda artigiana, hanno scelto ADLER perché “offre i migliori prodotti presenti sul mercato”, come afferma Marco. “Gli stessi prodotti che ci hanno permesso di crescere e affermarci, garantendo al cliente, grazie a cicli standardizzati, dei risultati ottimali e duraturi nel tempo.” Porte e finestre sono in rovere lamellare e sono state trattate con Aquawood Intermedio Highres HF ad immersione e Aquawood Intermedio Highres ISO a spruzzo. Per la finitura è stato utilizzato Aquawood DSL Highres in una tonalità ambrata appositamente campionata per questo lavoro. Scale e arredi, anch’essi in legno di rovere, sono stati invece trattati con la vernice acrilica Pur Strong G10. “Il motivo principale che ci ha portati alla scelta di questo ciclo è la trasparenza della finitura che consente di apprezzare la bellezza dell’essenza del legno di rovere nella sua naturalezza garantendo allo stesso tempo una buona protezione ai raggi UV”, afferma Marco de Ninis.

© by adler-lacke.com